SUPERBONUS 110% ED IL PERCORSO COREN: CO-PROGETTARE LA RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DEL PROPRIO CONDOMINIO

blog 10.05.2022

AUTORE: Martina Di Felice

TUTORS: Ing. Alessandro Zichi; Arch. Cecilia Hugony

INTERNSHIP: Teicos Group

MASTER: Master in  “Edifici e Infrastrutture sostenibili a.a 2020/21

 

La sfida ai cambiamenti climatici e al sovrasfruttamento delle risorse ecologiche verso uno sviluppo sostenibile richiede una strategia generale a lungo termine e condivisa da tutti i Paesi e soluzioni integrate dal punto di vista sociale, ambientale ed economico. In quest’ottica, nel 2015 i 193 Paesi membri nelle Nazioni Unite sottoscrivono l’Agenda 2030, stabilendo 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDGs): ogni paese è chiamato a definire una propria strategia di sviluppo sostenibile per conseguire i risultati richiesti.

Lo stesso anno segna inoltre l’avvio di un accordo universale e vincolante: durante la Conferenza di Parigi sul clima (COP21), 190 Paesi firmano l’Accordo di Parigi, impegnandosi a limitare l’aumento medio della temperatura a 1,5°C e a costruire società resilienti e meno vulnerabili, in grado di sopravvivere, adattarsi e ridurre i danni associati ai cambiamenti climatici.

 

L’Unione Europea è da sempre in prima linea in questa sfida globale e la nuova commissione europea guidata da Ursula von Der Leyen si pone degli ambiziosi obiettivi per il Green Deal: la riduzione entro il 2030 delle emissioni di gas ad effetto serra di almeno il 55% rispetto ai livelli del 1990 e il raggiungimento della neutralità climatica nel 2050.

L’impegno dell’Italia all’attuazione degli obiettivi dell’Agenda 2030 è concretizzato attraverso la Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile (SNSvS); il Ministero dello Sviluppo Economico predispone nel 2019 il Piano Nazionale Integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC), con il quale stabilisce gli obiettivi nazionali al 2030, secondo cinque linee di intervento: decarbonizzazione; efficienza energetica; sicurezza energetica; sviluppo del mercato interno dell’energia; ricerca, innovazione e competitività.

Il settore dell’edilizia è responsabile dell’emissione di circa il 36% di gas serra e del consumo del 40% di energia, del 50% di materie prime estratte e del 21% dell’acqua, costituendo un grande potenziale nel raggiungimento degli obiettivi di contrasto al cambiamento climatico.

Inoltre, il patrimonio edilizio nazionale è costituito per il 91,6% da edifici realizzati prima del 1991, ad oggi fortemente energivori e poco sostenibili; l’impegno alla sostenibilità non può quindi riguardare esclusivamente la progettazione delle nuove costruzioni, con la realizzazione di NZEB (Nearly Zero Energy Building) e NZCB (Net Zero Carbon Buildings), ma deve necessariamente rivolgersi a profondi interventi di riqualificazione energetica dell’esistente.

L’azienda Teicos Group sviluppa nel 2019 il percorso CoREN: esso nasce dal progetto europeo Sharing Cities, e da questo prende il metodo di lavoro basato sul coinvolgimento attivo dei condòmini in tutte le fasi della progettazione, dall’analisi delle condizioni attuali dell’edificio fino alla scelta consapevole delle soluzioni progettuali più adatte a migliorare la qualità dell’abitare.

 

I condòmini intraprendono un percorso di co-progettazione guidato dai tecnici di Teicos, i quali si occupano di sviluppare una diagnosi energetica che ottimizzi le prestazioni energetiche dell’edificio oggetto di analisi e che risponda alle esigenze e richieste dei suoi abitanti; inoltre l’attenzione è posta anche al raggiungimento della massima convenienza economica in rapporto agli incentivi attualmente esistenti, rispettando tutti i requisiti necessari per accedere alle detrazioni, in particolare all’agevolazione fiscale del Superbonus 110%, disciplinata dagli articoli 119-121 del DL Rilancio e creata proprio con lo scopo di rispondere alle sfide climatiche e ambientali previste dal PNIEC.

Inoltre la comprensione e la consapevolezza dell’intervento di riqualificazione porta più facilmente all’assunzione di corretti comportamenti da parte dei condòmini nella gestione dell’edificio, della ventilazione naturale e dell’utilizzo ragionato degli impianti di climatizzazione, da cui ne conseguono ulteriori vantaggi e benefici dal punto di vista economico e di comfort e qualità dell’abitare.

Il presente lavoro di tesi mostra l’applicazione del percorso CoREN su un caso studio,  il condominio in via Codogno 10 a Milano: dagli incontri con i condòmini ai sopralluoghi, dall’analisi energetica dello stato di fatto e della classe energetica di partenza alle soluzioni di progetto elaborate grazie alla collaborazione dei tecnici Teicos e dei condòmini.

blog 10.05.2022_1frecciablog 10.05.2022_2

 

 

FOR INTERNATIONAL STUDENTS:

The Climate Change and the Resources’ Overexploitation challenge towards a sustainable future requires a unified strategy shared between Countries and integrated solutions from a Social, Ambiental and Economic point of view. In this perspective during 2015 the 193 United Nations Countries signed the “2030 Agenda” establishing the 17 Sustainable Development Goals (SDGs): each Country has to develop a Sustainable Future Strategy in order to achieve the established goals.In the same year a binding universal agreement has been signed: during the Climate Conference of Paris (COP21), 190 Countries signed the Paris Agreement, committing themselves to bound the temperature’s average growth to 1,5˚C and to build more resilient and less vulnerable societies capable to survive, adapt and control the damages linked to the climate change.

The European Union is always in the forefront in this Global Challenge and the new European commission, led by Ursula von Der Leyen, has ambitious goals for the Green Deal:  to reduce the emissions of Greenhouse gas by 55% with respect to the 1990 levels within the 2030 and to achieve the climate neutrality within the 2050.
The Italy commitment to the “2030 Agenda” goals is concretized through the Strategia Nazionale di Sviluppo Sostenibile (SNSvS); in 2019 the Ministero dello Sviluppo Economico predisposes the Piano Nazionale integrato per l’Energia e il Clima (PNIEC) with which establishes the national goals towards the 2030 thanks to 5 intervention line: decarbonization, energetic efficiency, energetic safety, energy’s internal market development , research, innovation and competitiveness.

The building sector is responsible for the emission of about 36% of greenhouse gas, for the consuming of about 40% of the energy, 50% of extracted raw material and 21% of the water, representing a big player in the achievement of the goals against the climate change.Furthermore the 91,6% of the national building heritage has been built before 1991 and for this reason is strongly energy consuming and not very sustainable; the sustainability commitment cannot be implemented only for the new constructions, with the NZEB (Nearly Zero Energy Building) realization, but has to involve deep energetic renovation interventions for the existing buildings.

Teicos Group in 2019 has developed the “percorso CoREN”: it originates from the European project Sharing Cities from which it takes the work method based on the residents’ active involvement in all the design phases, from the building actual condition analysis to the choices of the best project solutions to improve the quality of living in the building.The residents start a co-planning route driven by the Teicos technicians. The technicians do an energetic diagnosis in order to maximize the energetic performance of the building whilst keeping in mind the needs and the requests of the residents; furthermore the attention of the analysis is also placed in reaching the maximum affordability taking into account the existing incentives, observing all the necessary requirements in order to access the deductions, in particular the attention is directed to the tax relief of the Superbonus 110%, regulated in the articles 119-121 of the DL Rilancio, developed with the aim to respond to the Climate and Ambiental challenges included in the PNIEC.Furthermore, the comprehension and the awareness of the requalification works lead the residents to better manage the building they live in, to better use the natural ventilation and to wisely use the climatization installations. All those behaviors represent more advantages and benefits from both an economical and a comfort point of view.

This thesis work shows the application of the “percorso CoREN” on a case study, the condominium in via Codogno 10 in Milan: from the initial meetings with the residents to the inspections, from the energetic analysis and the starting energetic class to the project solutions processed thanks to the cooperation between the Teicos technicians and the residents.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>