Strumenti per la progettazione sostenibile

FOTO 4

Autore: ing. Roberta Melis
Relatori: Ing. Laura Moran, Prof.ssa Paola Ronca , Ing. Alessandro Zichi
Azienda: ROCKWOOL Italia S.p.A.
Master: Edifici e Infrastrutture Sostenibili a.a. 2015 – 2016

 

Come recita un antico proverbio indiano “La terra non ci è data in eredità dai nostri padri, ma in gestione dai nostri figli”.

Per garantire alle generazioni future la possibilità di avere una vita sana in un ambiente prospero oggi è più che mai urgente che gli abitanti della terra percorrino nuovi percorsi di vita, trovino nuove forme d’uso delle risorse naturali per preservare la natura che ci ospita. Occorre ritrovare nuove sintonie con l’ambiente, allontanare la visione antropocentrica che vede l’uomo unico padrone degli elementi naturali, e abbracciare una poetica esistenziale che riconosca alla terra il ruolo di casa per l’uomo.

L’edilizia sta facendo enormi passi in questa direzione adottando nel processo edilizio tecniche e strumenti che permettano una progettazione integrata ed ecosostenibile.

 

FOTO 5

L’ LCA applicato con l’ausilio del BIM e la modellazione svolta in Revit e l’applicativo Talli; dal modello digitale, si genera l’analisi di LCA basata su EPD e databases

La targa della certificazione LEED per gli edifici, L’EPD della Rockwool, che contribuisce alla certificazione per l’impatto dei materiali.

La targa della certificazione LEED per gli edifici, L’EPD della Rockwool, che contribuisce alla certificazione per l’impatto dei materiali.

FOTO 7 FOTO 8 FOTO 9

Al fine di raggiungere gli obiettivi di una edilizia “Green”, si sono sviluppati negli ultimi anni degli strumenti in grado di supportare la progettazione e la gestione degli edifici:

  • Life Cycle Assessment
  • Environmental Product Declaration
  • Rating Systems
  • Building Information Modeling

L’interazione degli strumenti indicati ad oggi, si ha la possibilità di avere procedure e processi snelli che consentono di gestire l’impatto ambientale dal produttore dei materiali da costruzione, ai progettisti ai committenti.

 

I passaggi possono essere quelli che seguono:

  • Analisi di un EPD – La Rockwool ha scelto la strategia di elaborare gli EPD dei prodotti in modo da illustrare, rendere misurabili e confrontabili i prodotti partendo da un Life Cycle Assessment
  • EPD a confronto – basati su un PCR consentono al progettista immediatamente di confrontare più soluzioni per la coibentazione dell’edificio.
  • Integrazione dell’analisi LCA nel modello BIM – L’approccio Building Information Modeling offre la possibilità di gestire in maniera integrata un sistema di informazioni complesso, riferito ai vari sistemi tecnologici ed ai vari componenti che costituiscono l’edificio o l’infrastruttura, relativi ad istanti diversi del ciclo di vita dello stesso. Basandosi sia sui database che sugli EDP di prodotto, dal modello redatto con l’ausilio di Revit, si redige l’analisi di LCA dell’edificio. Dal report si ottengono gli impatti dell’intero edificio, dei suoi componenti e delle differenti strategie messe a confronto. L’analisi è stata redatta dalla “Culla alla Tomba” ovvero fino alla dismissione dell’edificio.

 

Si dimostra quindi l’utilità degli EPD e del LCA method, al fine di supportare i produttori per ridurre i costi di produzione e gli impatti ambientali, e, d’altra parte, i progettisti, nonché i Committenti e le società di gestione immobiliare, che necessitano non solo sapere i costi e gli impatti nella realizzazione dell’edificio, ma anche durante l’utilizzo nonché la trasformazione e la dismissione dell’immobile.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>