Project Management in Maffeis Engineering

3

Autore: ing. Andrea Pasqualetti
Relatori: arch. S. Zilio, prof. ing. A. Franchi
Azienda: Maffeis Engineering
Master: Master in “Project Management delle opere strutturali ed infrastrutturali”  a.a. 2015-2016

 

 

Il presente lavoro riguarda l’analisi delle procedure di project management che sono seguite in Maffeis:

Maffeis Engineering: company profile.

Maffeis Engineering Spa è una società di ingegneria indipendente specializzata in ingegneria strutturale, la cui sede principale è localizzata presso Solagna, in provincia di Vicenza.

Il team comprende ingegneri strutturisti, architetti, specialisti tecnici che offrono una vasta gamma di servizi professionali e di progettazione tecnica.

Maffeis Engineering appartiene al DAR group. Il Dar è un’ organizzazione internazionale di consulenza per l’ingegneria, l’architettura, la pianificazione, l’ambiente e il project management.

Project Management in Maffeis. 

Il project management in Maffeis è perseguito usando procedure e strumenti standard, che permettono di regolare il processo progettuale, anche se ogni progetto contiene le sue particolarità alle quali il project manager deve adattarsi.

Innanzitutto, vale la pena dire che Maffeis ha un organization chart aziendale, che decide la posizione e le mansioni delle persone che lavorano nella società. Questo documento indica chi lavora come project manager, chi come ingegnere e cosi via.

In secondo luogo, il lavoro è programmato in differenti fasi, secondo il metodo RIBA. Anche se talvolta è difficile creare un meccanismo per cui anche il cliente o il costruttore segue la stessa divisione in fasi, il project manager deve dividere il lavoro in termini di tempo, produzione, persone etc.

Per facilitare il lavoro, Maffeis ha sviluppato negli anni in-house softwares e strumenti. Questo contribuisce alla standardizzazione delle procedure sopra citata.

Inoltre, il project manager deve considerare le procedure BIM e definire il bim execution plan. In particolare, Maffeis ha sviluppato il proprio naming code per il files prodotti, anche se il project manager deve essere flessibile su questo aspetto, dato che spesso deve adattare la nomenclatura con quella richiesta dal cliente.

Ad ogni modo il management inizia dal capire quali sono i documenti/materiale che il team deve produrre e cosa deve chiedere al cliente, costruttore, consulenti etc.

Infine, il project manager deve tenere in conto il tipo di cliente con cui sta comunicando, dato che il lavoro può essere diverso a seconda che vada al costruttore, all’architetto, a un general contractor e cosi via.

A case study: movable skylight.

Il lavoro è consistito nel progetto di un lucernario mobile di dimensioni 7m x 11m approssimativamente. Anche se piccolo in dimensioni, il processo ha richiesto lo sviluppo di progettazione integrata, dato che lo scope of work includeva l’analisi strutturale degli elementi in acciaio, la progettazione degli elementi mobili e del sistema elettrico/meccanico, il progetto della copertura in vetro e i disegni a livello esecutivo.is Engineering.

La gestione fornitori è l’insieme di scelte e strumenti manageriali che servono per inquadrare e sviluppare il rapporto con le imprese e i consulenti, dalla contrattazione alla verifica della qualità. Gli effetti di una valida gestione dei fornitori sono notevoli: essa consente alle aziende di controllare i costi, portare i servizi a livelli eccellenti e ridurre il rischio di spese impreviste legate ad una gestione inefficiente dei rapporti di fornitura. Relativamente alla gestione fornitori in Beni Stabili, vengono introdotte e analizzate la sua informatizzazione e la procedura acquisti, attività di fondamentale importanza in una società il cui core business è costituito dalla riqualificazione di immobili e dallo sviluppo di nuove aree. L’adozione e l’uso di un albo fornitori informatizzato comporta un onere notevole in termini di organizzazione e aggiornamento, anche a causa della non costante collaborazione di alcuni consulenti. La tradizione centenaria e l’utilizzo di un metodo perfezionato e collaudato nel tempo fanno sì che la gestione del processo edilizio venga condotta in maniera organizzata ed efficiente, garantendo la soddisfazione dell’utente finale, a cui viene consegnato un prodotto di elevata qualità, nel rispetto delle tempistiche e dei costi.  L’esperienza dei Project Manager permette di far fronte alle diverse problematiche che si presentano durante il ciclo di vita di progetto. Con particolare riferimento all’albo fornitori, i vantaggi derivanti dall’utilizzo di un software specifico sono indubbi. Tuttavia l’introduzione e l’aggiornamento dei da ti rendono necessaria una continua collaborazione tra il responsabile procurement BS ed il fornitore; quest’ultimo non sempre si dimostra disponibile e ciò comporta l’incompletezza del database. Una soluzione a tale problema potrebbe essere una riduzione dei dati richiesti a imprese e consulenti, limitando l’imputazione alle informazioni essenziali. Inoltre la fase di valutazione risulta onerosa in termini di tempo per il capocommessa ed il responsabile della B.U. Development, sia per l’elevato numero di imprese e consulenti sia per il numero di giudizi richiesti dal programma: sarebbe pertanto di grande utilità una risorsa dedicata quasi esclusivamente al continuo aggiornamento del registro informatico. Infine, i giudizi attribuiti ai fornitori non potranno essere oggettivi in quanto la valutazione finale spetta al solo responsabile della B.U. Development.

 

Schema di funzionamento dell’albo fornitori BS

Schema di funzionamento dell’albo fornitori BS

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>