ANALISI DI VULNERABILITÀ DI UN EDIFICIO A TORRE E PROPOSTA DI RETROFITTING

Modello FEM

AUTORE: Isaia Albertini

RELATORI: prof. ing. Liberato Ferraro

INTERNSHIP: GUALINI S.P.A.

MASTER: Progettazione sismica delle strutture per costruzioni sostenibili a.a 2016/2017

La questione del rischio sismico in Italia, legata all’invecchiamento di un patrimonio edilizio in larga parte realizzato nel periodo compreso tra il secondo dopoguerra e le successive decadi, è divenuta primaria a seguito del susseguirsi di eventi, anche di modesta entità, che ne hanno evidenziato la notevole vulnerabilità.

L’adeguamento dell’esistente tuttavia, si configura come un attività fortemente dispendiosa, poiché richiede, oltre ad un preventivo studio storico critico necessario all’acquisizione dei dati di partenza, anche notevoli risorse economiche per potere intervenire correggendo le criticità di una progettazione ormai obsoleta, cui si unisce l’impiego diffuso di tecniche e prodotti di scarsa qualità.

L’insieme di questi fattori ha reso indispensabile lo studio e l’applicazione di tecnologie e materiali avanzati, sui quali il progettista possa basarsi per l’identificazione di interventi che ripristino la struttura esistente senza che questa venga snaturata mediante interventi invasivi e dispendiosi.

A partire da un caso di studio di un edificio a torre sito a Brescia, il presente elaborato si propone di individuare e ingegnerizzare i possibili interventi di miglioramento sismico volti a incrementare la prestazione del fabbricato.

Attraverso lo svolgimento di analisi di vulnerabilità della struttura mirate a determinare le carenze e a programmare i corrispondenti interventi, vengono indagate le possibilità offerte dal calcestruzzo fibrorinforzato ad altissime prestazioni (HPFRC) come materiale di ripristino per l’edilizia. Partendo dallo studio delle caratteristiche vibrazionali del fabbricato verrà proposta una serie di interventi volti al miglioramento dinamico oltre che al rinforzo dello stato di fatto. L’efficacia di ognuna delle azioni proposte verrà misurata in relazione alle procedure descritte dalle linee guida per la classificazione della vulnerabilità degli edifici ai fini della valutazione del rischio sismico.

Stabile situato a Brescia oggetto dello studio di vulnerabilità

Stabile situato a Brescia oggetto dello studio di vulnerabilità

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>