Partnership Pubblico-Private nel contesto multienergetico del settore ospedaliero. Benefici ecosostenibili concreti e visibili a medio termine a fronte di una struttura energivora

Gli interventi di miglioramento energetico diventano una opportunità per riqualificare il patrimonio ospedaliero esistente.

AUTORE: Federico Iannone

TUTOR ACCADEMICO: Alessandro Zichi

TUTOR AZIENDALE: Michael Stammelluti

STAGE: Ediltecno Restauri S.r.l.

MASTER: Master in “Gestione energetica di edifici e infrastrutture” a.a. 2017/18

 

Negli ultimi anni il sistema sanitario italiano è stato protagonista di una profonda trasformazione sia in termini culturali che politici, avviando così un processo di cambiamento istituzionale che ha portato a l’adozione, in maniera sempre più diffusa, di forme “privatistiche” di gestione del servizio sanitario pubblico (Anselmi, 2003).

Tra queste, e in particolare nelle società miste, una delle caratteristiche peculiari è la contemporanea presenza nella gestione e nell’organizzazione del servizio sanitario di una logica istituzionale professionale e di una logica istituzionale manageriale.

Questo fenomeno rappresenta una novità assoluta per il sistema sanitario italiano, accrescendo l’interesse verso queste realtà aziendali in cui la contrapposizione tra logiche istituzionali ha rappresentato una forte spinta al cambiamento, richiedendo la capacità di gestire e coordinare le logiche coesistenti.

L’obiettivo del trattato è triplice: da un lato, esaminare nel processo di cambiamento all’interno delle società miste, in che modo operano e coesistono la logica professionale e quella manageriale; dall’altro comprendere in che modo le sue logiche combinate generano qualità del servizio e risultati positivi, in ultima istanza l’esperienza e le capacità commerciali delle aziende esterne, consentono di individuare azioni concrete e proposte di intervento con tempi di ritorno degli investimenti adeguati.

Dopo la fase della diagnosi, si passa a sviluppare possibili alternative di intervento con altrettanti tempi di ritorno degli investimenti. Contestualmente si ipotizza un rating che da modo di capire il grado di obsolescenza della struttura ospedaliera e dei suoi impianti, e quindi chi si occupa della sfera manageriale ha modo di organizzare i tempi di esecuzione delle opere in funzione delle priorità. A questo punto, si riesce a porre le basi per un piano di miglioramento del patrimonio ospedaliero regionale e nazionale consapevole dell’entità dei benefici che potrebbero derivarne.

osp 2

confronto tra i consumi energetici e idrici prima e dopo l’intervento

Confronto tra i consumi energetici e idrici prima e dopo l’intervento

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>