MEP BIM MANAGEMENT

7

Autore: Ing. Mirko Maccarronello
Relatori: Dott. Ing. Alessandro Zichi; Prof.ssa Paola Ronca
Azienda: DEERNS SPA
Master: Master in “BIM MANAGER” a.a. 2015/16

 

 

Il BIM Management è lo strumento gestionale che consente di poter essere a supporto dei project manager per la parte di modellazione geometrica e delle informazioni contenuti in un manufatto, sia che esso sia un edificio, che sia una infrastruttura.

Uno degli ambiti complessi nella modellazione è quello del MEP in cui gli impianti vengono modellati con un livello del dettaglio pari a quella della realtà, consentendo quindi di verificare sia le interferenze tra le varie tipologie che tra le interferenze tra impianti e strutture e architetture. In questo modo, il modello consente di simulare gli ingombri geometrici, degli impianti elettrici, dati e meccanici, nonché svolgere le verifiche preliminari di portata e connessione in automatico produrre gli abachi.

Nei tre casi emblematici descritti, si illustra l’esperienza svolta nell’ambito del BIM prima come BIM Specialist e poi come BIM Coordinator e infine come BIM Manager all’interno della Società Deerns S.p.a.. Ogni progetto, racconta le sue peculiarità, così come le esperienze svolte nelle varie figure BIM, consentendo di creare una evoluzione maggiormente consapevole della propria professionalità.

Nello sviluppo della parte MEP nella Torre “tortile” progettata dallo studio Zaha Hadid, ogni piano ruota di 15°, così come le strutture vanno a rastremarsi andando in altezza e curvandosi seguendo la linea sinuosa dell’edificio alto. La figura del BIM Specialist è stata fondamentale nella rappresentazione degli elementi che sono stati modellati sia verificando gli aspetti funzionali, che nella validazione delle connessioni tra un livello e l’altro, nonché la verifica delle interferenze.

9

Il Modello energetico

Nella seconda e terza esperienza, prima come BIM Coordinator, poi come BIM Manager nella sede francese nell’ambito della società Deerns Francia, ha dato modo di formulare un BIM Protocol e di utilizzare svariati software e applicazioni, come Dynamo, Flux, Space Naming Utility, Bim Link, ecc. che permettono di standardizzare e velocizzare alcuni processi.

Come BIM Manager, si svolge la Gara per un progetto per la La Métropole du Grand Lyon nel quale si realizzeranno 8 300 m² di superficie coperta di alloggi sociali e circa 1 000 m ² di locali per attività

Nel Progetto CCR-CCU per la SNCF, le azioni richieste sono state:

  • Rispettare il Protocollo BIM
  • Applicare le procedure BIM al progetto
  • Produrre i Modelli di lavoro conformi al livello di dettaglio specificato
  • Arricchire di informazioni i modelli
  • Creare i contenuti specifici
  • Eseguire i controlli di qualità
  • Preparare i modelli per la produzione degli elaborati
  • Aggiornare il BIM Team sullo stato di elaborazione dei modelli

A tal fine, è stato realizzato il modello utile per effettuare le Clash detection  e l’ abaco degli elementi di facciata per calcolare le superfici vetrate al variare dell’orientamento per permettere dei calcoli energetici sull’edificio. Per l’analisi energetica dinamica è stato utilizzato il software Tas Engineering;  dotato di un modellatore tridimensionale interno, intuitivo e facile da usare,  consente di eseguire la simulazione anche di un edificio importato in formato GbXML, semplificando il lavoro del progettista

Altra peculiarità, partendo dall’elenco di tavole in Excel è possibile, attraverso uno script di Dynamo, creare automaticamente le tavole in Revit caratterizzate dal loro Nome e Numero

Come BIM Manager, si svolge la Gara per il progetto del LOT C della ZAC VILLEURBANNE La Soie per la La Métropole du Grand Lyon. Il lotto ha una superficie totale di 5 559 m² e la parte sud, in cui sarà inserito il progetto, è di 2650 m² di suolo nel quale si realizzeranno 8 300 m² di superficie coperta di alloggi sociali e circa 1 000 m ² di locali per attività.

Il progetto è stato sviluppando migliorando le procedure viste in precedenza, ampliate alla gestione dell’intero progetto in cui Deerns Francia, oltre ad essere la progettista MEP è la responsabile BIM per l’intero progetto, affidando all’allievo il ruolo di BIM Manager.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>