COSTRUIRE “IN QUALITA’ ”: APPLICAZIONE DEI REQUISITI RICHIESTI IN UNA GRANDE COMMESSA

Render finale del fabbricato che ST-Microelectronics sta realizzando

AUTHOR: Valerio Cavalieri

TUTORS: Tutor accademico: Ing. Giovanni Franchi; Tutor aziendale: Ing. Mathilde Prot

INTERNSHIP: QSC – Quality Survey Control

MASTER: Master in “Project Management delle Opere Strutturali ed Infrastrutturali” a.a 2018/19

Nell’elaborato che segue verrà illustrata la mia esperienza di stage svolta presso il cantiere ST-Microelectronics di Agrate Brianza (MB).

L’esperienza di tirocinio è iniziata nel mese di Maggio 2019 ed attualmente sono impegnato presso lo stesso cantiere, con delle mansioni diverse.

Lo stage è stato attivato dalla società italiana QSC (Quality Survey Control) specializzata nel controllo qualità e documentale per conto di terzi. La mia esperienza lavorativa si è svolta quasi interamente presso gli uffici di cantiere, come consulente tecnico addetto al controllo qualità per conto dell’impresa General Contractor CMB (Cooperativa Muratori e Braccianti Carpi).

Sono stato introdotto nel cantiere per occuparmi di tutti gli aspetti legati all’accettazione materiali, controllo qualità esecutiva delle opere e controllo/gestione/archiviazione documentale.

Provenendo da un contesto lavorativo di studio tecnico, l’introduzione in un ambiente come il cantiere (legato principalmente alla produzione) è stata difficile, ma molto stimolante.

Mi sono preso cura dei contatti con i fornitori (relativamente alla richiesta documentale nell’ambito del sistema gestione qualità), sono stato coinvolto in riunioni di coordinamento di cantiere (mantenendo sempre un occhio alla produzione), ho approfondito molti aspetti delle Norme Tecniche delle Costruzioni del 2018 che durante il mio corso di laurea erano stati in parte sfiorati soltanto superficialmente.

Durante questo periodo, ho gestito in autonomia il completo ciclo approvativo dei materiali, partendo dalla sottomissione delle schede componenti concludendo con il controllo della corrispondenza e corretta posa dello stesso.

Il mio diretto responsabile era il Responsabile della qualità dell’impresa CMB (non presente fisicamente in cantiere) al quale riportavo in maniera sistematica le attività svolte, le criticità e l’avanzamento della produzione in cantiere.

Collaborare ad un progetto così grande mi ha permesso di venire in contatto e confrontarmi con professionisti molto preparati in realtà a me poco conosciute. Grazie a questi contatti ho avuto un seguito lavorativo nello stesso cantiere, ma con mansioni diverse, entrando a far parte del gruppo della Direzione dei Lavori.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>