BACS Riyadh Metro Project

10

Autore: Michele Visentin

Relatori: prof. ing. Alberto Franchi, ing. Giovanni Franchi

Azienda: Deal S.r.l. – Gruppo de Eccher

Master: Master in “Project Management delle opere strutturali ed infrastrutturali” a.a. 2015/2016

 

 

Con le sue 6 linee e 87 stazioni, la costruzione della metropolitana di Riyadh è senza dubbio uno dei più importanti e ambiziosi progetti infrastrutturali al mondo: con un costo stimato di 22,5 miliardi di dollari (di cui 16,3 di costo di costruzione vero e proprio) fa parte del più esteso progetto di sviluppo dell’ intero sistema di trasporto della città, che comprende oltre all’infrastruttura ferroviaria anche una rete di trasporto su gomma mediante bus/navette e numerosi parcheggi multipiano facilmente raggiungibili dagli utenti e direttamente collegati alle stazioni.

Il consorzio BACS, formato da Bechtel, Almabani, CCC e Siemens, si è aggiudicato il contratto del valore di 9,45 miliardi di dollari per la realizzazione del package 1 del Riyadh Metro Project, ossia delle linee 1 e 2 della metropolitana.

La gestione del contratto EPC per un progetto di così vasta scala, ha richiesto alle consorziate di sviluppare un sistema di gestione del progetto estremamente articolato e complesso, organizzato in modo da penetrare in maniera capillare all’interno di tutti gli aspetti e le attività del progetto.

L’organizzazione gerarchica è ferrea, e sono state definite procedure che regolano qualsiasi attività; tutta la modulistica e la documentazione da produrre durante lo svolgimento delle attività é reperibile a sistema informatico.

L’implementazione di questo sistema consente a BACS di monitorare costantemente l’andamento del progetto con un buon grado di dettaglio, e di intraprendere le necessarie azioni correttive qualora fosse necessario.

La realizzazione di un progetto così complesso presenta delle difficoltà intrinseche non eliminabili, neanche con l’organizzazione più attenta delle risorse e delle attività; ne deriva quindi la necessità di una struttura gestionale estremamente articolata, che presenta difficoltà e rallentamenti a livello operativo, i quali sono però fisiologici nei sistemi complessi.

Al di là delle difficoltà di carattere operativo, un sistema efficace che consenta di tenere costantemente monitorati costi, tempi e risorse resta l’unico strumento capace di garantire la costruzione di un’opera di tali dimensioni a regola d’arte, nel rispetto del cronoprogramma e assicurare all’appaltatore il profitto adeguato alle aspettative ed al rischio corso sobbarcandosi l’onere di realizzarla.

Posizionamento dei conci

Posizionamento dei conci

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>