Master universitari (II livello) / BIM manager

Il percorso formativo è focalizzato sulla formazione dei BIM Manager di e professionisti nell'ambito di progetti integrati. Partendo da quanto definito dal Parlamento europeo in materia di appalti (European Union Public Procurement Directive, EUPPD) e l'impiego del BIM nelle attività di progettazione nel settore delle costruzioni per le opere pubbliche realizzate con fondi della Unione Europea a partire dal 2016, si fa un escursus sulla normativa, il trattamento dei dati, le responsabilità e si prosegue con una formazione di base sull’impiego di alcune applicazioni. Alcune basi teoriche e le applicazioni pratiche consentiranno agli studenti di gestire i files e i progetti redatti in ambito di progettazione integrata. Verranno illustrati alcuni software di largo impiego e la funzionalità nonché gli ambiti di applicazione. La formazione di base, consentirà di avere una chiara idea di quelle che possono essere le prospettive di miglioramento nella gestione degli appalti, la validazione del progetto e il controllo delle interferenze, nonché l’avanzamento lavori. Particolare importanza viene data ai project work e homework su casi studio. Il percorso formativo è focalizzato sulle tematiche legate agli strumenti per la progettazione integrata BIM. La progettazione architettonica, impiantistica, energetica, strutturale, la gestione dei cantieri e la gestione degli edifici vengono supportati da strumenti software fra loro compatibili, in logica BIM. Con i software BIM, si possono gestire altresì le pratiche legate agli aspetti ambientali dell'attività di costruzione di edifici e infrastrutture, verso una scelta consapevole di tecnologie e soluzioni sia nei nuovi edifici e infrastrutture, che nel recupero del patrimonio edilizio e infrastrutturale esistente. Gli sbocchi occupazionali sono previsti presso imprese di costruzione, produttori di tecnologie per l'edilizia, studi di progettazione di ingegneria e architettura, pubblica amministrazione. Lo stage per gli studenti del Master ONLINE è tendenzialmente proposto dagli studenti stessi o, in alternativa, si configura come esercitazione finale sostitutiva.



BANDO BROCHURE
Inizio: Marzo 2019
Crediti CFP: 30 per Ingegneri / 15 per Architetti
Costo: 6500€ (frontale) / 3500€ (online)
AMMISSIONE

Elenco delle Singole Unità Didattiche del Master

Alcune Unità Didattiche possono essere acquistate singolarmente nella sezione CORSI DI AGGIORNAMENTO e seguite ONLINE anche da studenti non iscritti ai Master. Al termine verrà rilasciato un attestato di partecipazione dalla Scuola Master F.lli Pesenti – POLITECNICO DI MILANO.

Introduzione sul BIM, la progettazione integrata e il Program Management

Introduzione al BIM (Building Information Modeling) e alle sue applicazioni per una consapevole progettazione integrata. Vengono illustrate le potenzialità del BIM, lo stato dell'arte e le esperienze pregresse. Tra gli argomenti, vengono illustrati i Principi di Program Management, La catena del valore del Real Estate e il ruolo dell’ICT, il Project Collaboration e Internet of Everything.

Il BIM come "game changer"

Il Business value del BIM è legato alla corretta valutazione dei processi e al progressivo inserimento delle procedure nelle aziende. Vengono approfonditi gli argomenti legati al BIM come “game changer” e alle aspettative degli investitori. L'unità didattica illustra oltresi come calcolare la valutazione del business value dell’ICT, valutare il bisogno di informazioni della filiera, re-ingegnerizzare i processi e consentire di stilare il piano di fattibilità.

La progettazione BIM-based, dimensioni del BIM: il Piano dei lavori (BIM 4D), la preventivazione e gestione della contabilità (BIM 5D), il Facility e Property Management (BIM 6D)

La progettazione BIM-based è inerente le differenti dimensioni del BIM. Vengono svolti dei focus specifici sulla Programmazione dei lavori, sulla configurazione del sistema informativo di commessa. Vengono oltresì illustrati il Piano dei lavori (BIM 4D), la preventivazione e gestione della contabilità (BIM 5D), il Facility e Property Management (BIM 6D), il monitoraggio e controllo dei progetti e la gestione remota del cantiere.

I nuovi workflow per i processi operativi, i nuovi ruoli creati dal BIM

I nuovi ruoli creati dal BIM. Le procedure. Le BIM Guides. Il BIM Execution Plan. Executive leadership e change management. Panorama dell’offerta. Creazione di RFI e RFP. Il processo d’acquisto. Building Information Exchange. Interoperabilità dei dati (OpenBIM, Building Smart, IFC). Gestione dei dati e Cloud.

Health, Safety & Risk Management

L'unità didattica approfondisce i temi legati al Health, Safety & Risk Management. Sicurezza dei cantieri , coperture assicurative, project financing. Vengono oltresì illustrati dei casi operativi nei vari settori in modo da poter aver coscienza delle potenzialità degli strumenti.

Quadro Normativo e BIM

Il Quadro Normativo e il BIM oggi constituiscono un nodo importante in continua evoluzione. Il confronto avviene sia in ambito nazionale che internazionale, sia sui processi, che sulle procedure, nonchè sull'inquadramento professionale. Da un lato abbiamo le norme tecniche, dall'altro le BIM guides, che costituiscono oggi elemento fondamentale sia da parte delle stazioni appaltanti che da parte di chi deve implementare il BIM per svolgere le consulenze. L'attenzione viene posta sulla Direttiva Europea per gli Appalti Pubblici (EUPPD), sul nuovo Codice degli Appalti e il BIM (Decreto Baratono), sulla proprietà dei dati, sulle responsabilità, sui nuovi contratti e sulle coperture assicurative e sulle forme partnernariali.


Intervista col prof. Alberto Pavan

Modellazione BIM nelle diverse discipline

Il BIM è anche corretta impostazione delle modellazioni nelle varie discipline al fine di agevolare lo scambio delle informazioni. Modellazione BIM nelle diverse discipline: Il BIM Authoring Architettonico (Allplan). Il BIM Authoring Strutturale (Tekla Structures). Il BIM Authoring Impiantistico (DDS-CAD). Il BIM Authoring Infrastrutturale (Vianova). Il Model Checking e il Code Checking (Solibri Model Checker).

Approfondimenti di modellazione BIM, interoperabilità progettuale, BIM to Field, il BIM nell’industrializzazione edilizia

Approfondimenti, interoperabilità progettuale e il BIM nell’industrializzazione edilizia: Integrazione tra BIM e Calcolo Strutturale (Tekla Structures e Midas, Allplan e ModeSt). Integrazione tra il BIM Architettonico (Allplan) e il BIM Impiantistico (DDS-CAD). Integrazione tra il BIM Infrastrutturale (VIANOVA) e il BIM Strutturale (Tekla Structures). Dal progetto architettonico al fotorealismo (Allplan e Cinema 4D). Schedulazione e pianificazione 4D del progetto strutturale (Tekla Structures). BIM+, la piattaforma Nemetschek per la modellazione cloud BIM. Il BIM to Field: software di visualizzazione da utilizzare in cantiere (Tekla Field 3D), laser scanning, strumenti di posizionamento, movimenti terra geoguidati, droni. Il BIM nell’industrializzazione edilizia: innovazioni di processo nella carpenteria metallica, nella prefabbricazione in cemento armato, nella produzione di armature preassemblate, nella produzione di facciate continue.

Modellazione BIM in ambito Autodesk e le interfacce con i software di analisi dedicati per gli authoring architettonici

Modellazione BIM in ambito Autodesk e le interfacce con software di analisi dedicate: Introduzione a Revit e i tools per la progettazione integrata; Vengono illustrate le potenzialità del software, la modellazione Architettonica la redazione degli elaborati grafici, la gestione delle famiglie e dei tools di base e la restituzione fotorealistica. Vengono fornite indicazioni su come devono essere predisposti i modelli affinché ci sia la possibilità di scambiare correttamente i dati grafici e le informazioni con altre applicazioni specifiche.

Revit per la progettazione integrata: la modellazione delle strutture

Revit per la progettazione integrata: la modellazione
delle strutture per edifici e infrastrutture - Il concept strutturale, dalla modellazione su Revit Structure agli elementi finiti, il dialogo dei modelli da Revit a Robot e gli Strumenti di ingegneria civile per la progettazione di infrastrutture (CIVIL 3D).

Revit per la progettazione integrata: la modellazione con l'utilizzo dei tools per la progettazione degli impianti, Revit e il Building Performance Analysis

Revit per la progettazione integrata: la modellazione con l'utilizzo dei tools per la progettazione degli impianti Revit e il Building Performance Analysis; la progettazione energetica e ambientale. Nell'unità didattica si illustano sia gli ambiti legati al MEP, che le parti inerenti la modellazione energetica. Gli approcci saranno sia legati all'utilizzo di software Autodesk che quelli più diffusi a livello internazionale sia atti ad effettuare una analisi statica che dinamica.

Il coordinamento e la simulazione della costruzione, il model checking e rule checking, il BIM nell'industrializzazione edilizia, BIM to Field

Il coordinamento e la simulazione della costruzione con l'ausilio di Naviswork, il model checking e rule checking, software di condivisione e gestione dati Vault e Gluell, BIM nell'industrializzazione edilizia, BIM to Field.

Connected Data Enviroment e Strumenti per il Futuro Digitale del Settore delle Costruzioni (in inglese online)

I benefici derivanti dalle nuove pratiche BIM possono essere condivisi non solo dai reparti di ingegneria in ogni singolo progetto, ma possono prevedere dei flussi digitali interconnessi attraverso un COMMON DATA ENVIROMENT con una portata ben più ampia e con notevoli risparmi a tutti i livelli. Nei flussi digitalizzati i dati disponibili sono creati e riutilizzati anche in altri vari ambiti, con evidenti risparmi di tempo, minimizzando le rilavorazioni e ottenendo dati più accurati lungo tutto il ciclo di vita di una infrastruttura. Ogni progettista, consulente e appaltatore che concorre alla realizzazione dell’opera può applicare i propri strumenti digitali preferiti, mentre il CDE raccoglie i contenuti come “componenti digitali” auto-descrittivi. La visualizzazione tridimensionale dei dati del progetto può essere poi integrata da ulteriori classificazioni in “4-D” e “5-D”, che illustrano il progetto nelle fasi di realizzazione, per esempio in cantiere.
L’unità didattica tende a delineare il panorama delle tecnologie rese disponibili da Bentley per affrontare i temi più avanzati del settore delle costruzioni:
• Rilievo, mapping e geolocalizzazione ad alta definizione
• Modellazione concettuale e dettagliata di infrastrutture orizzontali e verticali
• Piattaforma univoca per common Data Enviroment
• 4-D e 5-D di prossima generazione
• Mobilità e trasferimento delle informazioni dall’ufficio al cantiere
I software trattati saranno:
• ContextCapture
• OpenRoads ConceptStation, OpenRoads Designer, Openrail
• AECOsim Buildin Designer
• ProjectWise
• ProjectWise Construction Manager
• Synchro
• Navigator

Divenire BIM manager certificato

L’unità didattica è incentrata sulle competenze individuate dalla norma 11337-7 per le figure professionali BIM e costituisce una base di preparazione alla certificazione di esperto BIM in conformità alla norma stessa.
Il modulo è strutturato nelle diverse aree tematiche collegate agli ambiti di conoscenza, abilità e competenza previste della norma UNI: Project Management; Rilievi digitali; Modellazione e coordinamento; Normative; Hardware e Software; Contrattualistica; Sistemi di Gestione.

MASTER ACQUISTABILE
IN MODALITÀ E-LEARNING
Ciascuno studente del Master avrà un suo account personale per accedere alla piattaforma Blackboard (la prima al mondo utilizzata nel settore dell'istruzione online). Qui troverà un'interfaccia chiara in cui visionare tutti i contenuti didattici delle lezioni, l'elenco delle attività, il calendario. Direttamente online potrà comunicare con i docenti o con gli altri studenti del corso (tramite blog, chat, ecc.). Dal suo account potrà inoltre partecipare attivamente alle lezioni in modo SINCRONO (intervenendo e facendo domande, esattamente come se si trovasse in aula) o rivedere le lezioni videoregistrate quando più lo riterrà opportuno (alla sera, oppure durante i week-end), in modalità ASINCRONA. Il Master Online prevede circa 300 ore di lezione, che si terranno in orario infrasettimanale, secondo calendario prestabilito. Le lezioni saranno concentrate nel primo semestre. Nei mesi successivi sarà comunque possibile visionare tutti i contenuti dei corsi in modalità asincrona e dedicarsi allo studio individuale, all'approfondimento dei contenuti dei corsi e all'esercitazione finale (tesi di diploma)..

CONTATTI

DIREZIONE
prof.ssa arch. ing. Paola Ronca
tel: +39 02 2399 4381 | paola.ronca@polimi.it

 

SEGRETERIA DIDATTICA
dott. arch. Maria Grazia Mastrorillo
tel: +39 02 2399 4341 |

 mariagrazia.mastrorillo@polimi.it

 

INFO E ISCRIZIONI
dott. ing. Marco Zucca
tel: +39 02 2399 4341 | marco.zucca@polimi.it